Zaf. Int. Budapest 2006 - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Zaf. Int. Budapest 2006

I nostri Zafarranchos > Zaf. Internazionali


                                                                     




ZAFARRANCHO INTERNAZIONALE DELLA
TAVOLA DI BALATON
Budapest 05 - 08 Ottobre 2006


Nei giorni dal 5 all'8 ottobre 2006, per festeggiare il varo della Tavola di Budapest, sotto la guida magistrale della Cauptiva di Laszlo Pinter e con la partecipazione di tutti i Fratelli ungheresi, si è svolto lo Zafarrancho Internazionale della Tavola di Balaton. Si è trattato di una manifestazione delle quali se ne possono vedere  poche poiché, nell'organizzazione si è raggiunta la piena perfezione.

Partecipanti : circa 150

Tavole Italiane : N° 13 (In rapp.za del G.C. il Conn. Tito Pasqualigo)

-
Aci (Lgt. Emanuele Consortini)
- Bologna (Conn. Tito Pasqualigo)
- Etrusca (Saggio Carlo Magini)
- Favignana (Lgt. Domenico Speciale)
- Forlì (Lgt. Sandra Utili)
- La Spezia (Lgt. Vincenzo Morale)
- Livorno (Lgt. Franco Fonti)
- Messina (Lgt. Franco Schinardi)
- Padova (Lgt. Giuseppe Olivi)
- S. Margherita Ligure (Uff. Cas. Paola Fattorini)
- Sferracavallo (Lgt. Lorenzo Guarino)
- Torino (Lgt. Riccardo Rossetti)
- Venezia (Bailo -  Antonio Mattarucco)

Tavole Tedesche : N° 3

Bavarese
Lubeca Travemunde
Berlino (la più giovane Tavola tedesca)

Le Tavole Inglesi erano rappresentate dal G. C. Fred Bentley con 6 Fratelli

Andamento del Raduno


Giorno 05 Ottobre - Giovedì

I Fratelli delle Tavole di Balaton e di Budapest hanno un bel da fare per prendere e portare in albergo i partecipanti in arrivo all'aeroporto di Budapest.
La sera, alle 19.00, partenza con autobus ed imbarco sulla nave a vapore "Kossuth" per il "Drink di Benvenuto" e la cena informale.


La Cauptiva di Laszlo Giulia con la Segretaria di Peter Livia


Una vista generale della sala

I fratelli e le Cauptive delle Tavole di Balaton e di Budapest vestono il Bocskai, la tradizionale tenuta ungherese.

Giorno 06 Ottobre - Venerdì  

Alle 08.30 partenza per Koncsog Puszta, vicino a Kecskemèt  dove visitiamo una tipica Farm ungherese. Veniamo accolti con un Drink di Benvenuto a l'atmosfera base di musica zigana, ed ognuno ha la possibilità di fare uno spuntino con prodotti tipici ungheresi. Assistiamo a danze tipiche locali ed infine ci trasferiamo su una tribuna coperta per assistere alle dimostrazioni di abilità dei "Csikos" a cavallo; infine, alcuni Fratelli hanno l'opportunità di cavalcare i cavalli ungheresi. A seguire, un giro per la tenuta a bordo di un carro trainato da due cavalli; segue la visita alle stalle.


Foto di gruppo alla Farm Ungherese


Tutti in Tribuna per assistere alle esibizioni con i cavalli


Esibizione con il cavallo seduto !!!

La giornata a Koncsog Puszta finisce con un pranzo a base di specialità ungheresi e con tanta musica Zigana.
Al rientro, sosta nel più famoso mercato di Budapest per uno shopping veloce.
Alle 19.00, imbarco sulla nave "Sètahajòzàs" per ammirare, immersi nel meraviglioso Danubio blù, la capitale ungherese con la sua veste notturna.
Nell'occasione, le Tavole ungheresi, unitamente a tutti i Fratelli intervenuti, hanno voluto commemorare tutti  i marinai caduti in mare gettando a mare una corona di fiori.




Momenti della commemorazione sul Danubio dei marinai caduti in mare

Al rientro tutti a cena presso il ristorante Rozmarin.


Cena al Ristorante Rozmaring

Giorno 07 Ottobre - Sabato   

Alle 08.30 tutti in giro per Budapest con due pullman e, poi, al Parlamento dove si è potuto ammirare la sontuosità delle sale e dell'Aula Parlamentare nonché la corona ed i gioielli di Santo Stefano. I Fratelli ungheresi ci hanno inoltre regalato il "Cambio della Guardia" nella Sala della Corona.


La miniatura del Palazzo del Parlamento Ungherese


La Sala del Parlamento

Successivamente visita alla Chiesa di San Mattia da dove è possibile avere una magnifica vista di Budapest.


La vista di Budapest e del Danubio dalla Chiesa di San Mattia

Alla fine delle visite tutti a fare colazione presso "Marvany Menyasszony" (Sposa di marmo), un antico ristorante di Budapest.
Alle 18.00 partenza del primo pullman per l'Hotel Sofitel, sede del Gran Gala; alle 18.30 partenza del secondo pullman.
All'arrivo speciale Drink in onore degli intervenuti e, poi …, tutti nella sala del Gran Gala dove si inizia con l'investitura di 4 nuovi Fratelli. La tradizione delle Tavole ungheresi vuole che i padrini dei nuovi Fratelli appartengano a Tavole straniere, e questo per dare maggiore risalto alla manifestazione Internazionale.
Fra i padrini il Lgt. della Tavola di Messina ienaridens e "Il Corso" della Tavola di Padova.


L'investitura dei nuovi Fratelli Ungheresi

A seguire una meravigliosa cena


Il Tavolo dei Commodori e dei Connestabili


Il nostro Tavolo


inframmezzata da tantissimi interventi di tutti i rappresentanti delle Tavole intervenute che hanno voluto dimostrare il loro ringraziamento ai Fratelli ungheresi, ed in particolare a Laszlo Pinter, donandogli le insegne delle proprie Tavole; il Conn. Tito Pasqualigo ha portato il saluto della Fratellanza italiana donando una bellissima "Targa Augurale" ed ha ringraziato la Fratellanza Ungherese per le bellissime giornate che ha voluto regalarci.


Il Conn. Tito Pasqualigo porge il saluto del G.C. Italiano


e dona la Targa Augurale


Un Fratello Tedesco scarica tutta la sua goliardia

Il rientro in albergo è stato molto allegro e tutti si sono ritirati felici della serata trascorsa.


Giuseppe Olivi rientra in albergo con il tricorno estorto al Bailo

La domenica tutti a commentare i 4 giorni trascorsi insieme, dalle bellissime giornate soleggiate alla magnifica organizzazione presentata dalle Tavole ungheresi ed in particolare da Giulia, la magnifica Cauptiva di Laszlo.



 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu