Zaf. di Villasimius 2009 - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Zaf. di Villasimius 2009

I nostri Zafarranchos > Zaf. Nazionali > Villasimius 2009


                                                         



 
Il G.C. Marcello Bedogni guida le imbarcazioni al Marina di Villasimius


ZAFARRANCHO NAZIONALE DEL SOLSTIZIO D'ESTATE 2009



Dal 19 al 21 giugno 2009, in località Villasimius, si è svolto lo Zafarrancho Nazionale del Solstizio d'Estate 2009.

Ha fatto da sfondo alla manifestazione il bellissimo Golfo di Carbonara.

All'incontro hanno partecipato 16 barche (9 di Cagliari, 2 di Serpentara, 1 di Firenze, 2 di Modena, 1 di Favignana e 1 di Sferracavallo), 19 Tavole (Alghero, Bologna, Cagliari, Capo Circeo, Carloforte, Etrusca, Favignana, Firenze, La Spezia, Messina, Modena, Ognina di Catania, Puerto Escuso, Punta Ala, Serpentara, Sferracavallo, Trieste e Tavolara) con una presenza di 87 Fratelli al Gran Gala.

Il tutto ha inizio il venerdì 19 con l'arrivo delle barche nel covo delle Tavole organizzatrici situato nella bellissima Marina di Villasimius. Contemporaneamente si susseguivano gli arrivi presso i vari Hotels della zona.


   
I banderin Nigro sventolano a riva delle imbarcazioni


Si brinda a bordo di Calmapiatta di Peppuccio

La sera alle 20.00, tutti al ristorante " Le Anfore " dove è stato offerto un aperitivo e la cena. La serata è stata magistralmente movimentata dai due Luogotenenti Fabio e Giampaolo. Un momento commovente della serata è stato quando i due Luogotenenti hanno ricordato l'opera svolta in seno alla Fratellanza del Commodoro Edilio Di Martino il quale ha ringraziato con visibile commozione.

  
Momenti dell'accoglienza al locale " Le Anfore "

  
Stare assieme è un momento di felicità

  
I due Luogotenenti Fabio Scarpellini e Giampaolo Porcu


  
E' il momento di Edilio Di Martino indimenticabile G. C.



Peppuccio da il via al Golpe de Cannon in lingua Sarda

Pesaisindi!!!
Po tre mannus corpus de balla
cun bruvura bianca o niedda
in saludi e diciu de tottu sa cumpangia
de is fradis desa Cost e de is femminas insoru!!!
Approntai is cannonis!!!
Prontus???
Carrigai,  puntai   ,fogu!!!  (tre volte)
Bai a bentu!!!   (tre volte)


Il  sabato 20 alle 10.00, tutti  i  regatanti  si  sono  raccolti  al  porticciolo mentre i 13 escursionisti  si sono imbarcati su due fuoristrada 4x4 per andare a visitare le montagne e i boschi dei " Sette Fratelli ".

   
Si sale su i due fuoristrada


Mentre la regata è stata annullata per avverse condimeteo (alcune barche sono comunque uscite), gli escursionisti hanno vissuto una magnifica giornata godendo di quanto di più bello la natura potesse loro offrire.

  
Visita al Carcere di Castiadas con la guida che racconta la storia dello stesso

  
La vista del carcere di Castiadas

  
Sosta per la colazione e ripartenza per continuare l'escursione
  
  
Una roccia con figura d'uccello e la vista d'insieme delle montagne dei Sette Fratelli


Dopo un'ardua scalata siamo arrivati in cima ad una grossa roccia granitica


Ci viene illustrata la nascita dei Nuraghi nella zona


Il pranzo è stato servito nelle adiacenze di tre antichi nuraghe ed è stato molto apprezzato.


 
Si apparecchia per il Pranzo

Tanta è stata la felicità di stare in mezzo a questi posti meravigliosi che è stata adottata una meravigliosa farfalla alla quale è stata insegnata l'Orzaaaaaa della Fratellanza ….. spettacolare !!!!


  
Una bellissima farfalla, dopo aver bevuto il vino dal bicchiere, orza con noi  e si posa sulla mano del Poeta

  
Momenti del pranzo   -   Il rientro


La sera alle 21.00, Gran Gala presso il Ristorante " Il Ragno Blu ". Serata meravigliosa animata dalle consegne dei premi ai regatanti  e della consegna del Trofeo " Alberto Belli " a cura di Gatita Blanca. Questo trofeo è stato assegnato definitivamente alla Tavola di Cagliari quale vincitrice per la terza volta consecutiva.

  
Ci si prepara per il Gran Gala   -  L'arrivo di Dante Gerini detto " Pibinca "
   
  

  
Si da il via alle premiazioni dei regattanti

  
Tarzanello, alias Luigi Salani, viene premiato per essere partito dal covo più lontano

  
La premiazione di Jim Lakes, di Lorenzo Guarino e di Lucio Macchia


  
Peper con Il Morino  -  Il G. C. ringrazia i due Luogotenenti organizzatori dello Zafarrancho

  
Gatita Blanca consegna il Trofeo " Alberto Belli " alla Tavola di Cagliari


Sono seguiti gli scambi dei doni e, dopo il " Va Pensiero ", tutti a nanna.

  
Il Marinero della Tavola di La Spezia  -  Il Lgt della nascente Tavola di Trieste

  
Ienaridens e  Tetta


La famiglia Matta in completa tenuta da combattimento

  
Si notano i ... Veri Pirati !!

  
Danila fa il Compleanno e .... si festeggia


Si continua ad orzare .... ma dove si arriverà ?  forse a ... Tortuga per trovare il tesoro ?

  
Ci si prepara ad un Golpe de Cannon a cura di Mastro Geppetto

  
Il G. C. Marcello Bedogni soddisfatto della serata  -  Si chiude con il " Va Pensiero "

  
Mastro Geppetto e  Il Morino si abracciano soddisfatti - Peppuccio da fuoco alle polveri Sarde


La domenica 21, tutti in pullman per fare un giro del territorio cagliaritano : le saline di Cagliari con i fenicotteri, vista da " Monte Urpinu " dei meravigliosi panorami del Golfo degli Angeli (Poetto ) e di Cagliari, visita della zona di Buoncamino con puntata alla Cattedrale di Cagliari ed ai bastioni della zona del Castello, e …. tanto, tanto altro.


Le saline del Poetto con i fenicotteri

  
Sosta nel terrapieno di Monte Urpinu

   
Ricordi con sullo sfondo il Poetto con la sua " Sella del Diavolo "

  
Vista panoramica di Cagliari e foto di gruppo ai bastioni del Castello


Alla fine del giro, tutti a Maracalagonis presso il locale " Sa Festa " per gustare ed ammirare un magnifico spettacolo folkloristico campidanese mentre, per quanto attiene il pranzo, bene …. si  è gustato quanto di più buono ci potesse offrire la terra sarda.


L'accoglienza in costume Sardo al locale " Sa Festa "

  
La preparazione dei culirgionis e la cottura dei maialetti


Vista d'insieme della grande tavolata preparata per i Fratelli


Ci servono l'aperitivo


Il Maestro Vincenzo Atzeri ci introduce nel folklore Sardo

  
Momenti del pranzo

  
Lucio Macchia adocchia sa sartizza - Presentazione dei due spiedi di maialetti appena cotti

  
Al suono de is " launeddas " si da il via allo spettacolo folkloristico



  

  

  
Il tutto sotto l'occhio vigile del Padrino e con l'ammirazione degli spettatori !!


Cosa posso dire di questo Zafarrancho, cosa posso augurare a queste due Tavole se non che è stato magnifico e sublime e se non augurare tanto ma tanto vento alle Tavole di Cagliari e di Serpentara.

Grazie a tutti Voi Fratelli Sardi , Orzaaaaaaaaaa

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu