Torino 2010 - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Torino 2010

I nostri Zafarranchos > Zaf. Vari


                                                                


TAVOLA DI TORINO
ZAFARRANCHO DEGLI AUGURI 2010



La Mole Antonelliana con sullo sfondo le Alpi  -  Il romantico Po con la mole Antonelliana

Nella magica città di Torino, dal 23 al 24 gennaio 2010, si è svolto il tradizionale Zafarrancho degli Auguri che, in un tradizionale spirito di magica amicizia, riunisce Fratelli di varie nazioni.


La Tavola di Messina si è presentata il 22 pomeriggio, ad attenderli in aeroporto c'era il Conn. Riccardo Rossetti. Grande festa, grandi baci ed abbracci e via in albergo a riposare. La sera, scarrozzati da Giancarlo Giannetti e da Meri, ci si incontra a casa di Riccardo con Paolo e Brigitte Piantella della Tavola di Torino, Il Poeta (Alias Carlo Pellegrino) e Nellina, Aurelio Ombra e Lidia della neo Tavola di Marsala.


Dopo i primi approcci ci si prepara a brindare in onore dei padroni di casa

 
Il brindisi di benvenuto nella casa di Geronimo

  
Dianella e Meri riempiono i piatti dei Pirati che attendono impazienti



Aurelio Ombra sorpreso a rinforzare il fuoco


Una pagina di un settimanale del 1930

La serata è stata caratterizzata dallo scambio di notizie da ambo le parti e da una abbondante cena che ha visto sia i Fratelli che le Cautive andare sui bottini senza colpo ferire.

Il 23 mattina, accompagnati dal Geronimo, le Tavole siciliane vanno in giro per Torino. A loro si unisce Frederic Benech e Cautiva della Tavola d'Isle de France.

 
Geronimo, il Poeta, Aurelio Ombra, Le Bateleur (alias Frederic Benech) e Cautiva

 
Geronimo e Aurelio Ombra, Le Bateleur (Frederic Benech) e Cautiva al Bar dove un tempo si allestiva la 500 A


Contemporaneamente, all'Hotel Crimea cominciano gli altri arrivi e tra questi il Grand Frère la Tavola della Cote D'Azur Davier (alias Georges Benitez) con Tribord Amure (alias Pascal Boissy), Cache Flots (alias Gerard Metay) e Georges Damato, il Fratello della Tavola di Toulon-Provence Cousu Main (alias Maurice Guillot) .

Alle 12.30 tutti all'arrembaggio di frugali bottini nell'antica Osteria dell' Hermada dove sono state sparate alcune salve di cannone.



Vista generale dei Fratelli e Cautivas nell'Osteria dell' Hermada


Il tavolo con Davier e Geronimo  -  Il Tavolo con I 'Piccoso e il Poeta


Le cautive mentre si addolciscono  -  Manolo con Meri e Angela

Alle 14.30 tutti da "Nicola Restauri" dove, con magica sorpresa, abbiamo avuto modo di visitare un centro mondiale di restauri, non solo di quadri ma persino di sarcofaghi e relative mummie. Un'esperienza meravigliosa grazie ai Fratelli di Torino.


Dopo aver parcheggiato le macchine si scende per andare da " Nicola Restauri "


Posa davanti all'ingresso di " Nicola Restauri "  -  Dianella e il Tiranno


Il reparto dei colori un tempo impiegati per i restauri


Visita delle stampe e pitture in restauro  -  Un sarcofago egizio da restaurare


Armoir ringrazia la famiglia di Nicola (il primo a sinistra - fondatore del laboratorio)

La sera, tutti sulla sponda sinistra del Po, presso la storica " Società Canottieri Armida " per la Serata di Gala.




Vista Generale della Sala
  

  


La serata


Il Tiranno con Cautiva, Dianella e Maria  -  Il Comandante (alias Giorgio Centaro) e Cautivas

All'inizio del Gala, il Presidente del Circolo ospittante, Arch. Gian Luigi Favero, rivolge un messaggio di benvenuto a tutti i Fratelli e dona loro il gagliardetto della Società.



Armoir (alias Pier Giorgio Mattiazzi) e l'Arch. Gian Luigi Favero


Bout de Dent (alias Michel Graveleau) e Cautiva  -  Le Bateleur (alias Frederic Benech) e Cautiva


Il Luogotenente la Tavola di Lugano Cesare Lucini e Cautiva  -  I' Piccoso con la Cautiva di Cesare


Il tavolo di Davier


Il Tavolo del " Tiranno " (alias Domenico Speciale) con Meri e Angela

I momenti di ringraziamento, da parte delle Tavole partecipanti, al Lgt. di Torino Armoir alias Pier Giorgio Mattiazzi.



I 'Piccoso (Cesare Bettini) della tavola di Firenze e Davier (Georges Benitez) della tavola della Cote d'Azur


La Derive (Georges Armanien) e Bout de Dent (Michel Graveleau) della tavola di Marseille - Mistral


Le Bateleur (alias Frederic Benech) della tavola d'Isle de France


Il Luogotenente la Tavola di Lugano Cesare Lucini


Ienaridens (alias Franco Schinardi) della tavola di Messina

Momenti di trasporto


I' Piccoso con la Cautiva di Le Bateleur   -   Il Poeta si diverte a cammufarsi


Non è una novità, loro sono sempre in prima linea quando si tratta di ballare ... e quanto sono bravi !!!

Il " Va Pensiero " chiude la magnifica serata



A Sinistra : Armoir e Davier - A destra  la Cautiva di ienaridens con La Derive e Cautiva


La Tavola di Marsiglia - Mistral con Bout de Dent e Cautiva e La Derive e Cautiva

Alcune bandiere delle Tavole partecipanti


La bandiera Francese riportante tutte le Tavole della Flotta Francese


La bandiera della Tavola di Messina legata al gemellaggio con la Tavola d'Iroise


La bandiera della Tavola di Marsala con i suoi partecipanti

La domenica mattina tutti in piazza Duomo per poi visitare il " Museo di Arte Orientale ". Anche questa una visita molto interessante che ci ha riordinato le idee in materia, grazie a una guida molto ben preparata.



Rotweiler (Giancarlo Giannetti) con un gruppo di Fratelli  -  Tenaglia (Enrico Giobbia) con I' Piccoso


Il Palazzo del Museo di Arte Orientale  e alcune delle sue sale



Alle 12.30 tutti a rifocilarsi presso una trattoria tipica torinese, tranne ienaridens che è stato accompagnato da Tenaglia all'aeroporto di Torino Caselle.


Geronimo con I' Piccoso   -   I' Piccoso con Cesare Lucini


Momenti di allegria e di romanticismo


La stanchezza si legge negli occhi


Il sorriso è smorto perchè si pensa già al ritorno alla realtà

In conclusione, un grazie di cuore ai Fratelli della Tavola di Torino che si sono dimostrati tutti disponibili verso gli ospiti, un grazie di cuore ad Armoir e a Geronimo.



Orzaaaaaaaaaaaaaaaaaaa  da            

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu