Sulle tracce di Laszlo - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sulle tracce di Laszlo

In ricordo dei nostri Fratelli


                      



SULLE TRACCE DI LASZLO





Eravamo rimasti all'ultimo meraviglioso Zafarrancho Internazionale di Budapest, Zafarrancho fortemente voluto dal nostro Fratello Laszlo Pinter in un momento di particolare defaiance fisica ma completamente integro nello spirito.  Dopo quelle belle giornate siamo rientrati a casa con un magone nel cuore, a tutti premeva la sorte di Laszlo. Io, personalmente, tutte le   mattine rivolgevo le mie preghiere al Signore ed alla Madonna affinché intercedessero per Laszlo, poi la partenza di Laszlo verso mari più sereni, mari che lui aveva sempre sognato.

Dopo un lungo silenzio e con tanta tristezza nel cuore ecco riapparire    Laszlo, …. sul "The Tortuga Post N° 43" con mia grande sorpresa leggo :



HUNGARY
A first Lady - National Captain !

I Fratelli della Tavola di Balaton decidono di ammettere Julia Vial Pinter "Kookaburra" (HUN-19) nella Fratellanza.

Ci sono due nuovi candidati : per la Tavola di Balaton Balogh Jòzsef e per la Tavola di Budapest Lanyi Gyula.

I Fratelli delle Tavole di Balaton e di Budapest decidono di designare  Julia Vial Pinter, vedova dell'ultimo C. N., a diventare C. N. Ungherese.





Questa notizia riesce a lenire le mie sofferenze interne dovute alla  partenza di Laszlo e nasce in me il grande desiderio di rivedere Giulia.

L'occasione si presenta con lo Zafarrancho della Tavola di Favignana che si è svolto in quel di  Marsala dal 5 al 9 Aprile scorso.

Lo Zafarrancho si svolge seguendo le orme di Laszlo, organizzazione e programmazione perfetta. Nella serata di Gala ecco apparire, nella sua  prima  uscita  ufficiale, Giulia  in  tenuta  da C. N. Ungherese con la sua  figura dai lineamenti fini e delicati e con il sorriso sulle labbra  come Laszlo.


  


L'introduzione di Giulia nel suo primo discorso da C. N., nel  quale sdoppia la sua figura e parla da Ungherese, mi commuove e mi  riporta alla mente Laszlo, Laszlo, sempre Laszlo che per me è stato e sarà  per sempre la mia guida nel proseguo della Vita.

E come viene evidenziato nella Presentazione dell'opera della Prof.ssa  Magda Jàszay "Venezia e Ungheria", libro molto amato da Laszlo "………. dalle lotte per il predominio sul mare ai legami cristiani di  popoli e  terre così lontane, dai traffici mercantili che animarono, fin dal Medio Evo, la strada Ungarorum agli scambi di ambascerie diplomatiche …….. E così potremo trarre preziosi insegnamenti su come due popoli, pur nella diversità delle loro origini possono   trovare, nelle loro reciproche relazioni, importanti elementi di coesione e di affinità per cementare quei sentimenti di solidarietà e di fratellanza che rappresentano i  pilastri per una pace vera e duratura. ………", anche noi, piccoli esseri, in confronto ad una entità così grande, desideriamo scambiare le nostre conoscenze e le nostre passioni con quelle dei Fratelli Ungheresi che, grazie a Laszlo, abbiamo avuto l'onore ed il piacere di conoscere in occasione dello Zafarrancho Internazione tenutosi a Budapest nel 2006. Grazie Laszlo, grazie Giulia








                                       
                                                                               




                                                                                                                                           



 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu