Serenata - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Serenata

Scritti



(sugli accordi di "Arrivederci Roma")




S E R E N A T A
(dedicata ad ogni schiava, dal pirata)



Qualunque sia il porto in cui arrivi
Pirata tu sempre ritrovi
colei che devota ti aspetta,
la schiava diletta
che è tutta per te.

E se da una lunga giornata
è stata tenuta lontana
le dai una carezza, un bacino,
le stringi il visino
e le canti così …..




O schiava del pirata
a te voglio cantar
questa serenata innamorata,
che nasce dal cuore del pirata,
ed a te soltanto io la voglio dedicar.

Tu sei la vela al vento,
la prua che solca il mar,
tu sei il mio universo, il firmamento,
la sirena a cui rivolgo il canto,
la Stella Polare, la cometa del corsar.

Con te il pirata sfida
qualunque avversità
contro le intemperie della vita
con te avanza e affronta ogni partita
e con te al suo fianco
non si arrende, avanza e va.




O schiava del pirata
a te voglio cantar
questa serenata innamorata,
che nasce dal cuore del pirata,
ed a te soltanto io la voglio dedicar.

Tu sei la vela al vento,
la prua che solca il mar,
tu sei il mio universo, il firmamento,
la sirena a cui rivolgo il canto,
la Stella Polare, la cometa del corsar.

Regina del pirata, questa è la realtà
tu il mio cuore hai fatto innamorare
e il mio cuore a te vuole cantare
perché sei Regina ed è la sola verità !
Regina del pirataaaaaaaa

    







  " UNCINO "
All'anagrafe (detto)
Sergio Colloca
Tavola di Messina  22.02.2001


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu