La Tavola Salpa l'Ancora - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Tavola Salpa l'Ancora

Comunicazioni particolari


                        


ORZAAAAA,  ORZAAAAA !!, ORZAAAAA !!

ABBIAMO  SALPATO  L'ANCORA !!!













Il 22 giugno 2010, alle 10.45 faccio una telefonata al nostro Comandante la Flotta Italiana :

Marcello, ci prepariamo a salpare l'ancora. La tavola è pronta a riprendere la navigazione sotto i tuoi ordini. E' una telefonata fatta a Marcello che ancora adesso mi fa accapponare la pelle, piango nel fare questo resoconto.

Il 21 giugno 2010 mi chiama Il Negus, Franco vengo a trovarvi e riparto giovedì. Non credo alle mie orecchie, mi adopero subito per sentire tutti i Fratelli, debbo organizzare in giornata uno Zafarrancho di Tavola per riprendere la navigazione dopo aver dato fondo in occasione della morte della Cautiva Gina.

Il gruppo, come sempre, è disponibilissimo ed organizzo per il 23 sera. Siamo in 23, un bel numero, e ci ritroviamo nel Porto Turistico della Città "Marina del Nettuno".

La serata è rischiarata dalle luci della luna, dalle luci della Madonnina e dai magnifici colori della Calabria che abbiamo di fronte a noi. Passa una mezzora prima che terminino gli abbracci con Nicolò, è una cosa meravigliosa e, molti, hanno le lacrime agli occhi.



  
Il lungo Tavolo con tutti i Fratelli

  
A sinistra Uccia e a destra Patrizia con Uncino


Nick Balena racconta le sue scorribande di primavera

Infine, l'ancora è salpata e la nostra Nave riprende la Navigazione. Da parte di ienaridens parte subito una telefonata al nostro G. C. Marcello Bedogni per informarlo che la Nave aveva terminato di portare l'ancora a riva e aveva  ripreso la navigazione con venti propizi.

Inutile dirvi e contarvi le orze fatte, da tutti certamente ma le più sentite sono da parte di Ulisse e, infine, quelle del Cannoniere Uncino.




Questa, sparata da Uncino, commuove tutti e ve la riporto integralmente :








Hermanos, mai al mondo avrei immaginato di essere chiamato questa sera ad assolve ad un compito che, se per un verso mi riempie il cuore di profondo orgoglio, per contro me lo colma di immensa malinconia.

Ma è proprio aggrappandomi a questo stesso orgoglio, non disgiunto da un velo di tristezza, che mi accingo ad esaudire un desiderio.

Il desiderio espresso da una persona che tutti noi abbiamo conosciuto, apprezzato ed amato per le sue innate qualità che riusciva a coinvolgere tutti noi con la sua allegra vivacità, con il suo fare spontaneo e quel comportamento genuino e solare, la nostra indimenticabile Gina.

E pur se con sincera emozione, mi sento estremamente onorato per il privilegio che Ginetta mi ha voluto concedere esprimendo il desiderio che fossi io, proprio io, questa sera, a guidare questa orza in suo onore che, sono certo farà vibrare il cuore di tutti noi.

Ed è quindi, con immensa commozione ed un nodo in gola, che mi rivolgo a voi Fratelli come vostro Cannoniere, per quest'unica volta in questa serata, vi rivolgo l'invito :

Hermanos ……….

Gina, guidati dal tuo Cannoniere, questa sera i Fratelli della Costa della Tavola di Messina, della tua Tavola, si onorano di brindare a te alzando il bicchiere nel tuo ricordo, e certi della tua costante presenza del tuo Pirata tu sarai sempre tra di noi.

Listos ………


Uncino dopo la grande Orza


  
I Fratelli Orzano


Il Negus dialoga in tutta serenità con Max

Prima di chiudere ienaridens spara una tripla salva de canon per ringraziare tutti i Fratelli intervenuti e per augurare loro una buona navigazione durante l'estate.

Fratelli, dovete scusarmi ma la nostra Tavola intende così la Fratellanza, amore e disponibilità verso tutti i Fratelli ma, attenti, amore vero, amore scritto con la A maiuscola.




Ringrazio tutti per la pazienza dimostrata verso la Tavola di Messina, arrivederci a presto e ...............   ORZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA da




                                                                                                                                                                                            


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu