Colpa della Luna - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Colpa della Luna

Scritti



COLPA   DELLA   LUNA







Forse è soltanto colpa della luna,
o di questo splendente firmamento,
forse è un pretesto, la scusa più opportuna ,
per dare voce a un caldo sentimento.

Ancor non posso trattener nel cuore
ciò che il cuore di dire mi comanda,
per dare sfogo al mio sincero amore
che nutro per Voi amici, la mia Banda.

A noi, cui il Fato ha dato la fortuna
di poter tutti insieme navigare,
soltanto a noi, in questa notte bruna,
voglio questo mio canto dedicare.

Io canto a una masnada di briganti,
avventurieri avvezzi a tutti i venti,
simpatica comacca di birbanti,
Banda armata di onesti sentimenti.
Questa è la nostra Banda, un po' speciale,
fatta di masnadieri in doppiopetto,
delinquenti un po' fuori dal normale,
gente che ruba e dona solo affetto.

Scolpito nel mio cuor di ognuno ho il volto
che il tempo non farà giammai svanire.

Alla voce del cuore ho dato ascolto
perché è la sola che non sa mentire !
Curiosa, ancor, fa capolin la luna
a  spiare il  mio segreto sentimento,
e tu, complice notte, tu ruffiana,
l'aiuti a rivelare ciò che sento.

Ma  c'è  una cosa che non puoi svelare
perché  è un segreto che non sa nessuno,
or lo sussurro…tu non ascoltare…
Noi siam la Banda, siam tutti per uno!
Ciascun chiuso è nel cuor d'ogni Fratello.

Noi siam l'uno dell'altro prigionieri,
rinchiusi senza sbarre e chiavistello,
noi non fuggiamo…siamo Amici veri !







alla mia Banda  
con affetto " UNCINO "
(all'anagrafe detto Sergio Colloca)
Messina   Agosto   2004

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu