Canto di un marinaio - FRATELLI DELLA COSTA - ITALIA Tavola di Messina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Canto di un marinaio

Poesie e pensieri sul mare


                                                                        




Durante uno dei miei incontri con la gente che percorre o ha percorso le nostre stesse strade sono riuscito ad avere, da un vero ed orgoglioso marinaio, questa preghiera che è stata Benedetta da S.E. Mons. Giovanni Marra Vescovo di Messina in occasione della Sua visita a bordo della N/T "Iginia" :







Canto di un marinaio

Signore, che dall'alto del ciel catturi il mio cuore,
che nel sereno silenzio trasformi l'orizzonte,
ascolta il mio canto
e incidi le note sull'onda come preghiera di fede.

All'ora del tramonto,
si stempera scarlatto il colore del cielo
e, mentre si addormenta la natura,
mi rallegro con Te, mi rallegro di Te;

prego, marginando l'anima allo spirito,
or quando una luce intensa squarcia il cielo,
arriva agli occhi, penetra il cuore e canto ancora :
i miei anni, i miei amori, i miei ricordi ……..
ma canto a Te, Signore, così forte
diffondendo nell'aria le note magnetiche
che intrecciano le nuvole alle onde,
come le mani rugose lo fanno alle reti e
saranno fiocchi vellutati.

Sedotto dal raggio Divino,
mi appresto in ginocchio a chieder perdono …… e canto.

Canto le lodi e tremo d'emozione
perché il mio cuor non può sbagliar,
l'umile preghiera che Ti offro.

Signore, che dall'alto del cielo catturi il mio cuore,
ascolta il canto di un marinaio anche quando
il suono di una campana annunzia l'alba di un nuovo giorno
che attraversa la vita, sotto un cielo di vetro, tra il tempo e l'eternità.


Francesco Cacciotto
Messina, 23 Novembre 2002



                            




 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu